Teramo: ruspa urta tubatura gas, scuola evacuata

Una ruspa in azione, un urto violento contro una tubatura e la fuoriuscita del gas metano diventa inevitabile: è accaduto a Teramo, durante i lavori di realizzazione della rotonda per lo svincolo della Gammarana, sul Lotto zero. Evacuata per controlli la scuola vicina.

La fuoriuscita ha innescato la preoccupazione dei residenti e dei cittadini in transito, allarmati dal forte odore di gas avvertito anche a distanza. Ma i maggiori momenti di panico hanno riguardato le scuole della zona,  l’elementare e la materna del plesso Noè Lucidi, a circa 500 metri di distanza. Il personale, temendo che si trattasse di una perdita interna, ha disposto le procedure per evacuare la scuola. Per i bambini e per il personale scolastico si è trattato di una sorta di fuoriprogramma; ma dopo un’ora, e soprattutto dopo le verifiche dei Vigili del Fuoco, tutto è tornato alla normalità e si è potuto fare rientro a scuola. In realtà il tubo rotto era quello della linea di media pressione di Rete2Gas, colpito dall’escavatore che stava lavorando nella zona dell’Acquaviva. Il forte odore di gas metano ad alta pressione è arrivato anche in altri quartieri cittadini. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Teramo, che hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area, e i tecnici di Rete2Gas, che hanno tamponato la falla. I lavori di ripristino sono durati circa 30 minuti, la tubazione interessata è quella che serve la piscina comunale coperta dell’Acquaviva.

 

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Teramo: ruspa urta tubatura gas, scuola evacuata"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*