San Vito Marina: rapinò le poste, riconosciuto e condannato

poste

San Vito Marina: rapinò l’ufficio postale, ma perse la bandana che gli copriva il volto e fu riconosciuto. Condannato a tre anni di reclusione con rito abbreviato.

La rapina, avvenuta lo scorso 18 agosto, fruttò un bottino di 21 mila euro. Il direttore, che aveva riconosciuto il rapinatore che aveva perso la bandana, fu minacciato con un taglierino e costretto a consegnare i soldi. Giuseppe Lopez, 46 anni, palermitano d’origine ma domiciliato a San Vito e residente a Lanciano, è stato infine riconosciuto colpevole del colpo.

Il rapinatore perse la bandana mentre si sdraiava a terra, insieme con il direttore minacciato, per paura di essere visto dall’esterno dell’ufficio postale. Riuscì a fuggire salendo su un autobus di linea e confondendosi coi passeggeri, ma fu bloccato dai carabinieri alla successiva fermata del bus a San Vito città e arrestato per rapina a mano armata.

L’uomo, a seguito della perquisizione, fu trovato in possesso del taglierino e dei soldi rapinati.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "San Vito Marina: rapinò le poste, riconosciuto e condannato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*