Pescara, revocati i divieti di balneazione

mare-pescara

Nuovo capitolo nella lunga serie di ordinanze a singhiozzo sulla qualità delle acque marine: a Pescara revocati gli ultimi divieti di balneazione.

Mentre da un lato si continua a lavorare per ridare respiro al deflusso del fiume, dall’altro non si può smettere di tenere sotto stretta sorveglianza la qualità delle sue acque. Il presidente della Regione Luciano D’Alfonso oggi a Pescara, a margine della presentazione del componente abruzzese del Consiglio superiore dei Lavori Pubblici, ha annunciato che presto arriverà la validazione definitiva per il taglio della diga foranea, operazione che dovrebbe aiutare il deflusso al largo delle acque fluviali. Ma i problemi arrivano anche dal sovraccarico del depuratore, in particolare durante le ondate di maltempo. L’ultimo divieto di balneazione, pochi giorni fa, era stato emesso proprio per questa ragione, dopo le intense precipitazioni che hanno gravato sulle condotte. Oggi dal Comune fanno sapere che è stato revocato il divieto di balneazione su alcuni tratti del litorale pescarese. Due ordinanze, firmate dal sindaco Marco Alessandrini, prevedono libertà di bagni sulla riviera a nord nella zona antistante via Muzii (dallo stabilimento “Hai Bin” fino alla “Paranza” compresi) e a Sud nella zona antistante Fosso Vallelunga (dalla “Zattera” al “Circolo della Vela”). In attesa del fiume pulito e della diga forata per davvero, ai pescaresi non resta che invocare il bel tempo e non azzardare mai nemmeno un passo della danza della pioggia.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Pescara, revocati i divieti di balneazione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*