Pescara: nasce il comitato cittadino “Aria libera”

sansificio-pescara

Pescara: nasce il comitato cittadino “Aria libera”, costituitosi ieri sera presso la sede dell’associazione Pescara Punto Zero con l’obiettivo di sollecitare l’amministrazione comunale ad una maggiore attenzione per la tutela dell’aria e della salute pubblica.

Al centro del dibattito sono anche le emissioni maleodoranti del sansificio Schiavone che si sommano alla pessima qualità dell’aria, dovuta sia al traffico veicolare sia agli impianti di riscaldamento residenziali, a seguito dei quali, secondo il comitato, non si ha più la possibilità di passeggiare per le vie della città, costringendo in alcuni casi i cittadini all’uso della mascherina.

Massimo Melizzi di Pescara Punto Zero dichiara: “Non siamo a Pechino né a Shanghai. Crediamo che la qualità dell’aria si possa migliorare – in una comunità di 120.000 abitanti, non certo una metropoli -, cominciando da azioni di verifica e monitoraggio sugli impianti industriali, per poi interessare anche la mobilità veicolare con provvedimenti di medio lungo periodo, quali il potenziamento dei mezzi pubblici con il ripristino delle corsie preferenziali, e un’azione importante di sensibilizzazione all’uso della bicicletta. Già dai prossimi giorni ci attiveremo in gruppi per divulgare informazioni e organizzare una petizione cittadina, con la quale chiederemo all’amministrazione di Pescara di fissare un consiglio comunale straordinario.”

Promotori del comitato sono Pescara Punto Zero e il Forum H20 che nelle scorse settimane hanno presentato un esposto alla procura di Pescara sul sansificio per accertare eventuali responsabilità degli enti e delle amministrazioni coinvolte. Nell’esposto sono riportati gli esiti di una recente sentenza della cassazione che ribalta la tesi secondo cui, quando il proprietario dell’impianto rispetta le prescrizioni normative, non sarebbe configurabile alcun dolo da parte sua. Per la condanna in sede penale è invece sufficiente che le immissioni superino la ‘stretta tollerabilità’.

Per consentire la massima partecipazione cittadina e l’adesione di altre categorie interessate, il comitato “Aria libera Pescara 2016” ha divulgato l’indirizzo email [email protected] e creato il gruppo facebook: https://www.facebook.com/groups/AriaLiberaPescara .
Messo in atto anche un sistema di monitoraggio della “puzza” e delle zone maggiormente interessate dalle emissioni del sansificio, divulgato via Whatsapp messenger.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Pescara: nasce il comitato cittadino “Aria libera”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*