Pescara: la Polfer recupera in un negozio le maioliche rubate

polfer

Pescara: facevano bella mostra di sé nella vetrina di un negozio, le maioliche del XIX secolo, rubate due anni fa a Spoltore e recuperate dalla Polfer.

A scoprirle è stato Enrico Siena, assistente capo nella sottosezione della Polfer, guidata da Davide Zaccone. Era stato proprio Siena, archeologo, a restaurare le maioliche nel 1989, per cui, quando ha visto le ceramiche in vetrina, le ha immediatamente riconosciute.

Le due maioliche, una brocca e un catino, erano state rinvenute dall’Archeoclub pescarese nel 1988 a Torre de’ Passeri e, dopo essere state restaurate da Siena, erano state sistemate a Caprara di Spoltore, in un deposito di Villa Acerbo, da cui sono state rubate due anni fa.

Il commerciante pescarese, che ha riferito di averle acquistate un anno fa a L’Aquila a un mercato dell’antico, non ha esitato a restituirle agli agenti della Polfer.

Le maioliche, di grande valore artistico, sono una testimonianza dell’artigianato della ceramica popolare abruzzese del XIX secolo; presto saranno restituite alla collettività.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Pescara: la Polfer recupera in un negozio le maioliche rubate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*