Pescara: autobus inaccessibili ai disabili

barriere-architettoniche

Pescara. Alessio Chiavaroli ha 32 anni e si è rivolto alla nostra redazione per denunciare un problema che lo riguarda da vicino: l’inaccessibilità del trasporto pubblico ai disabili.

Mezzi senza pedana o con pedane non funzionanti e fermate degli autobus spesso inaccessibili a causa di oggettive barriere architettoniche, rappresentate per lo più da marciapiedi disastrati e scivoli inesistenti in corrispondenza degli attraversamenti pedonali.

Si tratta di una battaglia di civiltà che l’associazione “Carrozzine determinate”, di cui Alessio fa parte, sta portando avanti da tempo con grande coraggio.

Nel nostro servizio, la sua denuncia.

il video

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Pescara: autobus inaccessibili ai disabili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*