Malore sul Gran Sasso, escursionista soccorso

Si è sentito male a quota 2.700 metri, sul Gran Sasso: escursionista soccorso mentre si trovava nel Rifugio Franchetti, sul versante teramano della montagna.

E’ stato lo stesso escursionista, che è di Macerata, a chiamare i soccorsi dopo essersi reso conto di accusare un’aritmia cardiaca. L’elicottero del 118 del Corpo Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas), con a bordo i sanitari, si è levato subito in volo e ha raggiunta quota 2.700 metri del Gran Sasso. L’uomo salvato era stato effettivamente colpito da un’importante aritmia cardiaca che lo ha costretto a chiamare i soccorsi. L’allarme è stato dato dal gestore del Rifugio Franchetti. Il soccorso alpino, che era già nei paraggi per svolgere un’esercitazione, è arrivato immediatamente sul posto. L’uomo è stato portato a Campo Imperatore per essere sottoposto ad ulteriori accertamenti medici.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Malore sul Gran Sasso, escursionista soccorso"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*