L’Aquila: dal Comune ok alla transazione con l’Asm

differenziata

L’Aquila: dal Comune ok alla transazione con l’Asm. Il via libera è arrivato nella tarda serata di ieri, quando il consiglio comunale ha approvato un debito fuori bilancio pari a 3 milioni e mezzo di euro, somma che permetterà all’azienda dei rifiuti aquilana di contrastare la grave crisi di liquidità, riconducibile a precedenti fatturazioni.

In totale il consiglio comunale ha approvato la somma di 6 milioni e mezzo di debiti fuori bilancio, risolvendo situazioni che si perpetravano da anni.

“Stiamo portando avanti un’importante operazione di pulizia del bilancio – ha dichiarato il sindaco Massimo Cialente – e abbiamo ancora un anno e mezzo per poterlo fare con un’ulteriore revisione dei residui attivi e passivi, dei mutui e di tutti i debiti fuori bilancio. Un gesto di grande responsabilità di questa amministrazione, ma soprattutto della maggioranza di centro sinistra che, ancora una volta, si è trovata a risolvere problemi che il Comune dell’Aquila trascinava da decenni; mi riferisco non solo ai debiti fuori bilancio, ma anche alla vicenda appena conclusa dei 7 milioni e mezzo di metri quadrati di vincoli decaduti, finalmente normata”.

Con il riconoscimento del debito fuori bilancio alla ASM, l’azienda potrà finalmente sistemare le proprie pendenze, avviando gli investimenti necessari a completare la raccolta differenziata su tutto il territorio comunale, con conseguenti risparmi.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: dal Comune ok alla transazione con l’Asm"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*