Chieti: cocaina in auto, ma il corriere non sapeva del carico

controlli-cani-droga-auto

Chieti: trasportava cocaina in auto per un valore di mezzo milione di euro, ma si è difeso dicendo al gip di non sapere niente di quel carico.

L’ignaro corriere ha infatti raccontato al gip del tribunale di Chieti, Antonella Redaelli, di essere stato pagato per portare il mezzo a Chieti senza essere informato sul trasporto speciale.

Felice Arrigone, corriere 68enne di Abbiategrasso (Milano), è stato arrestato ieri con la cocaina nascosta sotto i sedili posteriori dell’auto su cui viaggiava. Il Gip ha convalidato l’arresto; Arrigone è rinchiuso nel carcere di Chieti.

Nell’auto sono stati trovati due chilogrammi e 200 grammi di droga con un elevato indice di purezza, suddivisa in due panetti. L’uomo ha dichiarato di aver ricevuto circa 1.300 euro da due persone di sua conoscenza, affinché raggiungesse Chieti con la Skoda su cui poi è stato fermato.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Chieti: cocaina in auto, ma il corriere non sapeva del carico"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*