Crisi Comune L’Aquila, avviate le consultazioni

Nel giorno in cui sono state avviate le consultazioni tra i partiti del centrodestra per comporre la crisi al Comune dell’Aquila culminata con le dimissioni del sindaco, Pierluigi Biondi, uno striscione è apparso stamani nella sede comunale di Villa Gioia, su iniziativa del movimento giovanile Gioventù nazionale della provincia dell’Aquila.

“Ieri come oggi sempre al tuo fianco #iostoconBiondi”, è il messaggio di solidarietà al primo cittadino dimissionario. Ad annunciarlo con una nota sono stati gli stessi giovani: “Nella notte, alcuni militanti hanno affisso uno striscione per ribadire la piena solidarietà al sindaco – scrivono i giovani – . Un uomo, un guerriero, un grande Sindaco. L’Aquila e L’Abruzzo intero hanno bisogno di Pierluigi Biondi. Non mollare, siamo con te!”.

L’obiettivo delle consultazioni lanciate dal coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Etel Sigismondi, è quello di far ritirare le dimissioni entro i venti giorni previsti dalla legge. In tal modo si giungerebbe ad un chiarimento programmatico e al rimpasto di Giunta e deleghe, considerando che l’esecutivo oggi ha 5 assessori su 9, per revoche da parte di Biondi e dimissioni da parte del vice sindaco Guido Liris, eletto al consiglio regionale con Fdi, ed ora assessore regionale, e dell’assessore all’Ambiente Emanuele Imprudente, Lega, eletto consigliere per ora vice presidente della Regione: la scadenza è fissata al 2 aprile prossimo, a quattro giorni dalla ricorrenza del decimo anniversario del terremoto dell’Aquila. La maggioranza di centrodestra ha aperto la crisi disertando la seduta del consiglio comunale di martedì scorso in dissenso con la decisione del sindaco, assunta senza consultare la coalizione, di nominare come vicesindaco il consigliere dell’Udc Raffaele Daniele.

Sii il primo a commentare su "Crisi Comune L’Aquila, avviate le consultazioni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*