L’Aquila, regionali. Di Stefano (Forza Italia): “Vado dritto anche senza il partito”

L’ex parlamentare di Forza Italia Fabrizio Di Stefano ufficializza la sua candidatura e per farlo sceglie il capoluogo di Regione. L’esponente forzista si dice “aperto alle primarie del centrodestra”.

Dalla sede del Comune dell’Aquila Fabrizio Di Stefano lancia la sua proposta, “Liste civiche per l?Abruzzo” e tira dritto dando il via in sostanza alla campagna elettorale. Infrastrutture, sanità, turismo, commercio, un abruzzo fermo al palo, in ginocchio – dice Di Stefano – una regione colpita al cuore da due terremoti n pochi anni e che ha bisogno di un radicale cambio di passo per invertire la rotta che lo vede ultima ruota del carro in un’Italia che pure non cresce, con il Pil regionale fermo e l’occupazione che recede. Frutto di un viaggio e di incontri in tutti i 305 Comuni d’Abruzzo, il programma elettorale targato Di Stefano è un dossier contro le politiche del centrosinstra che hanno penalizzato la regione, ma anche un “libro” di proposte.

E Di Stefano – che ha incassato anche il bene placido del coordinatore regionale della Lega Giuseppe Bellachioma – spiega che per lui mettere a disposizione la sua candidatura per l’Abruzzo è in sostanza un dovere morale. Per questo non rispetterà il dictat che viene dal partito nazionale e, disobbedendo a Nazario Pagano, sceglie di candidarsi.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, regionali. Di Stefano (Forza Italia): “Vado dritto anche senza il partito”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*