Trasporto bici in treno, l’Abruzzo può fare di più

Trasporto bici in treno, l’Abruzzo può fare di più. Sull’annosa questione del trasporto delle biciclette sui treni interviene in una nota il Coordinamento Ciclabili Abruzzo Teramano per sottolineare che sabato 14 Ottobre, la Regione Toscana inaugurerà uno dei due nuovi treni Jazz che sulla linea Stia-Arezzo-Sinalunga potranno trasportare fino a 24 biciclette per ogni viaggio.

“Nel 2018 la Regione Abruzzo, al pari di altre Regioni, sarà dotata di nuovi treni POP che saranno allestiti per il trasporto biciclette secondo le richieste della Regione stessa. Ad oggi, nonostante la gratuità del trasporto delle due ruote a pedali sui treni regionali, per la quasi totalità delle corse, dobbiamo constatare che il numero di stalli riservati ai ciclisti è esiguo, spesso non superiore a quattro, impedendo, di fatto, soprattutto nelle stagioni deputate al turismo in bicicletta, di utilizzare appieno il servizio. E’ capitato, infatti, che gruppi di ciclisti superiori alle quattro persone si siano visti rifiutare la salita a bordo e questo influisce negativamente anche sull’immagine che l’Abruzzo vorrebbe dare di Regione “bicycle friendly”, con la realizzazione del suo tratto di Ciclovia Adriatica (progetto Bike to Coast) e con le altre azioni messe in atto fino ad oggi. Il Coordinamento Ciclabili Abruzzo Teramano chiede, pertanto, ai competenti uffici regionali, di prevedere, da subito, un maggior numero di posti riservati alle biciclette sia sulle nuove carrozze che su quelle circolandi, chiedendo anche a Ferrovie dello Stato di attrezzare le stazioni ferroviari per agevolare l’utilizzo dei treni da parte dei ciclisti e la sosta, anche prolungata, delle biciclette, in aree protette e sorvegliate.”

Sii il primo a commentare su "Trasporto bici in treno, l’Abruzzo può fare di più"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*