La Boldrini a Pescasseroli su migranti e terremoto

La Boldrini a Pescasseroli su migranti e terremoto. La Presidente della Camera Laura Boldrini oggi  a Pescasseroli per presentare il libro ‘La comunità possibile’ nella piazza dove è nato Benedetto Croce, nel suo intervento ha spiegato come dal suo punto di vista “agli Stati uniti d’Europa non c’è alternativa, è la casa comune di tutti ed è fattibile”.

“I populisti in Europa sono solo una minoranza chiassosa che condiziona le scelte, ma sono stati sconfitti in Francia, in Olanda e anche in Austria”, aggiunge. “E’ giusto sgomberare gli edifici però in un’ottica di condivisione. Bisogna dare alternative ai migranti e non sgomberarli con metodi inutili” ha aggiunto la Boldrini. Bisogna creare un piano strutturato nella legalità e con alternative, certe cose si possono fare diversamente senza violenza, bisogna quindi evitare le esagerazioni”. “Stasera sono a Pescasseroli, la città natale di Benedetto Croce, che perse la famiglia sotto le macerie del terremoto di Casamicciola. Ricordarlo sarà un’occasione per parlare di sicurezza del territorio, argomento da cui non si può prescindere considerato che abbiamo celebrato il primo anniversario del terremoto nel centro Italia mentre a Ischia si contavano vittime e danni di altri crolli. Per la messa in sicurezza degli edifici servono investimenti e incentivi ai privati perché adeguino le costruzioni ai criteri antisismici. Deve essere un obiettivo condiviso da tutti, e la politica deve saperlo affrontare – se vuole fare il bene del paese – uscendo dall’illusione che possano esserci risultati immediati. Bisogna avere la responsabilità di guardare a dieci-vent’anni”.

1 Commento su "La Boldrini a Pescasseroli su migranti e terremoto"

  1. Chiaro ormai a tutti compresi stolti,ciechi,muti,morti,alieni etc etc che io vero nemico dell italia, prima della cricca bancaria massonico giudaica, sono i comunisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*