Evasione fiscale: revocati domiciliari ad A.d. S. Croce

Evasione fiscale: revocati domiciliari ad A.d. S. Croce. Il Tribunale del Riesame dell’Aquila, “con ordinanza depositata nella tarda mattinata di ieri, a conferma delle deduzioni difensive, ha revocato la misura cautelare e dichiarato l’inefficacia del decreto di tutti i sequestri preventivi nei confronti dell’amministratore di Sorgente Santa Croce Spa”, Camillo Colella.

Torna in libertà Camillo Colella, a renderlo noto con un comunicato la stessa società che imbottiglia l’acqua con sede a Canistro. Colella era stato arrestato ai domiciliari lo scorso 4 novembre dalla Guardia di finanza, con l’accusa di avere evaso il fisco per circa 13 milioni di euro.

 “Prossimamente saranno rispettati tutti gli impegni nei confronti di Fisco, dipendenti e fornitori – annuncia la nota – L’ingegner Colella, sempre fiducioso nella giustizia, difeso dall’avvocato Mastrodicasa delegata dello studio romano Alessandro Diddi e dallo studio associato Fasciani di Avezzano, coglie l’occasione per ringraziare tutte le maestranze, i fornitori e i clienti che hanno continuato ad acquistare ininterrottamente acqua Santa Croce”.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Evasione fiscale: revocati domiciliari ad A.d. S. Croce"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*