Terremoto: le casette dell’Anas utilizzate nel 2009 andranno ad Amatrice

Le casette mobili di Anas SpA, utilizzate a Onna per il terremoto del 2009 andranno ad Amatrice.

La solidarietà del 2009 sarà efficace anche ad Amatrice grazie alla associazione AIPS di Sant’Angelo – Amatrice.

“Insieme al presidente Mario Feliziani abbiamo firmato l’accordo con ANAS compartimento per l’Abruzzo circa la concessione a titolo gratuito delle 8 casette mobili dislocate a Onna”, si legge in una nota firmata dalle associazioni Autismo Abruzzo onlus e Aips (associazione insieme per Sant’Angelo). “Furono acquistate da ANAS SpA per l’emergenza sismica del 2009 e nel giugno del 2017 inviammo una formale richiesta di comodato gratuito con l’obiettivo di renderle disponibili nelle zone colpite dal sisma del 2016. Le 8 casette andranno ad arricchire l’area di accoglienza esistente presso Sant’Angelo di Amatrice e saranno a disposizione della comunità locale per attività di accoglienza e di aggregazione sociale. Tutti i servizi offerti dall’associazione saranno fruibili dalle famiglie con autismo, anche grazie alla collaborazione di Autismo Lazio onlus.
Oltre alla ricostruzione materiale dei paesi e dei borghi colpiti occorre avviare la “ricostruzione sociale”, quella che permetterà a chi vive oggi in queste aree di restare e a coloro che vi si recavano per le vacanze di continuare a vivere questi luoghi. Riteniamo questa azione solidale un ottimo esempio di ricostruzione sociale e di sinergia tra associazioni e istituzioni. Comune di Amatrice, AIPS, Autismo Abruzzo onlus, Autismo Lazio onlus e ANAS hanno dato dimostrazione di saper lavorare per perseguire un obiettivo comune.”

Sii il primo a commentare su "Terremoto: le casette dell’Anas utilizzate nel 2009 andranno ad Amatrice"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*