Pescara, per la rapina in villa in tre patteggiano la pena

Rapina in villa a Pescara: tre patteggiamenti. Pena a 4 anni e 4 mesi per imputato e a 4 anni per altri due.

Hanno patteggiato una pena a 4 anni e 4 mesi di reclusione, il trentunenne Sevko Ramovic, e a 4 anni di reclusione ciascuno, Satomi Hadzovic e Ramo Mujkic, entrambi ventitreenni, accusati di rapina aggravata e lesioni aggravate in concorso, ritenuti responsabili del violento assalto alla villa dell’imprenditrice Lucia Cieri, titolare dell’Istituto Pitagora, compiuta il 6 febbraio scorso a Pescara e nel corso della quale fu malmenato il figlio quarantatreenne della donna. I tre imputati, tutti di origine bosniaca, agirono insieme ad una quarta persona, Oancei Alexei, per la quale si procede separatamente. Il gip del tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, questa mattina ha accolto le richieste delle difese, aumentando di 4 mesi, per via dei precedenti, soltanto la pena a carico di Ramovic, assistito dall’avvocato Giancarlo De Marco. Gli altri due imputati sono assistiti dal legale Antonio Gugliotta.

Sii il primo a commentare su "Pescara, per la rapina in villa in tre patteggiano la pena"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*