Gran Sasso: recuperati quattro escursionisti dispersi sul versante teramano

Due interventi di soccorso alpino sul versante teramano Gran Sasso: quattro gli escursionisti salvati.

Il primo intervento ha riguardato tre escursionisti, due italiani e una donna di nazionalità francese, impegnati in un’escursione da Casale San Nicola fino alla Madonnina. Dopo aver smarrito la segnaletica del sentiero che stavano percorrendo, i tre hanno tentato di ritrovare la strada maestra, finché, bloccati da balconata di roccia, sono stati obbligati ad allertare i carabinieri che a llro volta hanno provveduto a chiamare il Soccorso Alpino. I tre escursionisti, tutti in buona salute, sono infine stati raggiunti dall’elicottero del 118 dell’Aquila, con il tecnico di elisoccorso del Cnsas che ha provveduto al recupero con il verricello.

Un secondo allarme è invece arrivato da un’escursionista di 29 anni di Rimini, intenzionata a salire
in vetta sul Corno Grande da Casale San Nicola, e che intorno alle 11 di ieri, domenica 14 luglio 2019, si è messa in contatto con l’albergatore della struttura dove aveva pernottato. La donna, partita all’alba, aveva smarrito il sentiero e, poco prima di rendersi irreperibile a causa dello smartphone scarico, ha provveduto a inviare all’albergatore un video del luogo circostante. Allertato anche il Soccorso Alpino, la ragazza è stata raggiunta a 1200 mt in località Colle Castello, da un gruppo di volontari partiti spontaneamente e guidati dallo stesso albergatore.

Sii il primo a commentare su "Gran Sasso: recuperati quattro escursionisti dispersi sul versante teramano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*