Vasto, CasaPound: “Clandestini in stabile abbandonato”

immigrati-degrado-vasto

CasaPound, si fa portavoce dei residenti, e denuncia la presenza di immigrati clandestini in uno stabile abbandonato in fase di costruzione a Vasto, tra illegalità e degrado.

Il movimento CasaPound si fa portavoce dell’appello degli abitanti di piazza Giovine, a Vasto, costretti a convivere da molti mesi con una situazione non più tollerabile.

“Uno stabile abbandonato, in fase di costruzione – scrive in una nota Andrea Ciarallo, responsabile vastese CPI  – è diventato dimora di immigrati clandestini che vivono nella più totale illegalità e assenza di condizioni igieniche. Nonostante la segnalazione dei cittadini – prosegue la nota di CasaPound – le autorità non sono ancora intervenute per sanare la situazione. Alcuni abitanti preoccupati per l’andirivieni di soggetti sconosciuti nello stabile, ci hanno fatto presente la situazione, e quanto abbiamo trovato è sconcertante, – prosegue Andrea Ciarallo – all’interno dello stabile in costruzione, privo di porte, finestre e di qualsiasi servizio, erano ammucchiati alcuni materassi, evidentemente usati dai clandestini per dormire (vedi foto sopra di CasaPound). Ovunque, sporcizia, fetore e persino feci umane.”

Ciarallo invita il sindaco, in qualità di principale autorità sanitaria locale, a provvedere immediatamente allo sgombero dello stabile abusivamente occupato e ad impegnare la ditta proprietaria dell’immobile alla messa in sicurezza dello stesso, affinché non possa più divenire dimora di clandestini”.

Sii il primo a commentare su "Vasto, CasaPound: “Clandestini in stabile abbandonato”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*