L’Aquila, criminalità scatenata in centro

L’Aquila, criminalità scatenata in centro. L’ennesima “spaccata” ai danni del Bar Punto Basilio del giornalista Marco Signori, ripropone in tutta la sua drammaticità il problema della microcriminalità nel centro storico a L’Aquila.

La “spaccata” compiuta la scorsa notte a L’Aquila ai danni del bar situato a pochi passi dall’ex Ospedale San Salvatore, ha provocato ingenti danni. Magro il bottino. A dare l’allarme uno dei fornitori del bar giunto sul posto poco dopo il furto. Sul posto sono giunti gli agenti della Polizia insieme agli uomini della scientifica. Dai primi rilievi i ladri non avrebbero lasciato nessuna traccia. Per Marco Signori, titolare del bar, ad agire sarebbero stati dei ladri esperti in quanto avrebbero disattivato il sistema di allarme. Non molto tempo fa il Bar Punto Basilio è stato oggetto di un altro furto. Non sono rari episodi del genere in quanto la zona è scarsamente illuminata e poco frequentata nelle ore notturne. L’ennesima “spaccata” nel centro storico ripropone la necessità di maggiori controlli e l’installazione di telecamere di videosorveglianza per scoraggiare i fenomeni delinquenziali.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, criminalità scatenata in centro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*