Chieti: studenti in corteo contro violenza su donne

Un no alla violenza contro le donne lungo quanto il corteo degli 800 studenti che a Chieti sono scesi stamani in strada.

Sono centinaia gli studenti che questa mattina, a Chieti, hanno detto il loro no alla violenza sulle donne. In piazza Vico, la manifestazione organizzata dall’Istituto Galiani – De Sterlich, con le ragazze e i ragazzi che hanno letto testimonianze, steso striscioni, recitato poesie in diverse lingue, tra t-shirt e le “scarpette rosse” diventate ormai un simbolo della Giornata contro la violenza sulle donne celebrata proprio oggi, 25 novembre. Gli studenti hanno riflettuto sui dati di una violenza fisica e psicologica sempre più subdola e diffusa, soprattutto invitano tutte quelle donne che sono vittime di abusi a denunciare, a non subire. C’è stato un momento, toccante, in cui una studentessa ha letto la testimonianza vera di una loro compagna, e c’è chi si commuove. Un ragazzo con gli altri studenti ha intonato la “Donna Cannone”, il celebre brano di De Gregori come colonna sonora della giornata di oggi che si è conclusa con palloncini rossi liberati verso il cielo, verso la libertà.

Ed è attivo un numero il NUMERO VERDE 800432500, per tutte quella donne che vogliono chiedere aiuto o semplicemente ottenere informazioni e avere assistenza.

Anche il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ha voluto esprimere il suo pensiero nella Giornata contro la violenza sulla donne, e lo fa in un post su Facebook.

“#‎NOVIOLENZADONNE365GIORNIL‬’ANNO. Questo è il mio buongiorno. Oggi è il giorno che l’ONU dedica dal 1999 alla lotta contro la violenza sulle donne. Una vergogna, soprattutto italiana, che andrebbe estirpata sin dall’origine e che non può avere mai scusanti per chi esercita la violenza. Noi a Chieti abbiamo in questi anni cercato di dare il nostro contributo e costituito la ‘rete anti violenza’ per prevenire ed aiutare le donne che la subiscono e come amministrazione abbiamo messo a disposizione un immobile protetto dalla segretezza dell’indirizzo per coloro che devono allontanarsi da casa per sfuggire alla violenza del proprio uomo.”

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Chieti: studenti in corteo contro violenza su donne"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*