Teramo: fusione Camere Commercio necessaria

Il 2016 sarà un anno importante e soprattutto di cambiamento per le camere di commercio, una trasformazione che preoccupa il territorio teramano sul fronte della fusione.

Secondo la bozza del rivisto decreto legge di riforma delle Camere di Commercio in via di approvazione, gli enti camerali scenderanno da 105 a 60 e ciascuna dovrà contare almeno su 75 mila imprese ed è per questo motivo che l’accorpamento tra le camere di commercio di Teramo e L’Aquila è una questione data praticamente ormai per scontata perché solo grazie alla fusione si potrà raggiungere il numero minimo richiesto di aziende.

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo: fusione Camere Commercio necessaria"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*