Spoltore: le mamme chiamano i Nas

banchi-scuola

Le mamme degli alunni della sede provvisoria di via Alento, a Spoltore, chiamano i Nas e denunciano locali non a norma e insicuri per i loro figli.

Le mamme dei 68 bambini sistemati momentaneamente nella sede di via Alento, hanno chiamato i Nas che proprio stamattina hanno effettuato il sopralluogo nei locali dove sono ospitati i piccoli, in attesa della fine dei lavori di adeguamento antisismico della scuola di piazza Marino Di Resta a Santa Teresa di Spoltore. Le 15 classi delle elementari, sono state dislocate temporaneamente in vari punti, ma i genitori lamentano un ritardo da parte dell’Amministrazione comunale e della direzione scolastica che, solo a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno, hanno comunicato la destinazione degli alunni. In particolare, sotto accusa, ci sono i locali angusti della sede di via Alento, senza uscite di sicurezza, tra caldo, spazi ristretti, grate alle finestre, una situazione, denunciano le mamme, decisamente insostenibile non solo per i bambini, anche per le maestre. Molti genitori, se non saranno accolte le loro richieste, non faranno andare a scuola da lunedì i propri figli. Non sono d’accordo, inoltre, sulla ipotesi dei turni pomeridiani, ledendo, secondo le mamme, il diritto dei bimbi allo sport e allo svago. Intono i Nas comunicheranno, a breve, l’esito della ispezione. Secondo indiscrezioni ci sarebbe non pochi riscontri rispetto alle segnalazioni fatte dai genitori, in particolare riguardo a carenze strutturali nei locali adibiti ad aule, le relazione dei Nas saranno presto consegnate alle Autorità Competenti.

Video

Sii il primo a commentare su "Spoltore: le mamme chiamano i Nas"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*