Verde pubblico: Chieti e L’Aquila in fondo classifica Coldiretti

verde-pubblico11

Smog, Coldiretti: soffocano le città con solo 31,1 mq verde a testa. Chieti e L’Aquila in fondo alla classifica per densità di verde pubblico per abitante.

A favorire lo smog nelle citta’ e’ l’effetto combinato dei cambiamenti climatici e della ridotta disponibilita’ di spazi verdi che concorrono a combattere le polveri sottili e gli inquinanti gassosi ma in Italia ogni abitante dispone in citta’ di appena 31,1 metri quadrati di verde urbano, mentre nelle campagne e’ scomparso un albero da frutto su tre negli ultimi dieci anni. E’ la denuncia lanciata dalla Coldiretti al Forum dell’agricoltura e dell’alimentazione di Cernobbio, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. Senza sperare nella pioggia e nel vento occorre intervenire in modo strutturale potenziando il verde nelle citta’ e nelle campagne considerato che una pianta adulta – sottolinea la Coldiretti – e’ capace di catturare dall’aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili, un ettaro di piante elimina circa 20 chili di polveri e smog in un anno. Al contrario negli ultimi quindici anni e’ scomparsa una pianta da frutto su tre, secondo un’analisi Coldiretti sugli ultimi dati Istat, con il Frutteto Italia che e’ passato da 426mila ettari a 286mila, con un crollo netto del 33 per cento.

Il taglio maggiore – sottolinea la Coldiretti – ha interessato i limoni, con la superficie dimezzata (-50 per cento), seguiti dalle pere (-41 per cento), pesche e nettarine (-39 per cento), arance (-31 per cento), mele (-27 per cento), clementine e mandarini (-18 per cento). Ma la situazione non e’ migliore nelle citta’ italiane – precisa la Coldiretti – dove il verde urbano rappresenta appena il 2,7% del territorio dei capoluoghi di provincia (oltre 567 milioni di metri quadrati) per una media di 31,1 metri quadrati a testa sulla base dell’ultimo rilevamento Istat.

Tuttavia la situazione – continua la Coldiretti – e’ profondamente diversa lungo la Penisola con il 17,2% delle citta’ la dotazione pro capite e’ pari o superiore ai 50 metri quadrati per abitante, mentre nel 16,4% non si raggiunge la soglia dei 9 metri quadrati pro capite. Matera, Trento, Potenza, Sondrio, Iglesias, Terni, Pordenone, Gorizia, Reggio Calabria e Verbania – rileva la Coldiretti – salgono nella top ten dei capoluoghi con maggiore densita’ di verde pubblico per abitante mentre in fondo alla classifica si trova Caltanissetta e a seguire Crotone, Trani e Taranto, Trapani, Isernia, Olbia, Genova, Chieti, Barletta e L’Aquila. Per quanto riguarda – conclude la Coldiretti – le grandi metropoli a Milano sono disponibili 17,2 metri quadrati per abitante mentre a Roma 15,9 e a Torino 21,7.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Verde pubblico: Chieti e L’Aquila in fondo classifica Coldiretti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*