Santa Croce: Di Nicola, che ne sarà dei dipendenti?

santa-croce1

Il giorno dopo l’arresto dell’AD dell’ Acqua Santa Croce di Canistro, il consigliere regionale Maurizio Di Nicola pone l’attenzione sul futuro dei dipendenti dell’azienda.

All’indomani della misura cautelare applicata all’Amministratore delegato della Santa Croce, Camillo Colella, su ordine degli Organi di Giustizia del Tribunale penale di Avezzano per frode fiscale, in una nota il consigliere regionale Maurizio Di Nicola pone l’attenzione sul futuro dei lavoratori dell’azienda.

“Avevo gia’ avuto modo di sollevare attenzione sulle recenti vicende aziendali dell’impresa rovetana, divenuta nota nel mondo con il marchio Santa Croce – scrive Di Nicola – nel settore delle acque minerali, in occasione di un Consiglio regionale ove chiesi di sospendere la procedura regionale di concessione per lo sfruttamento del giacimento di acque minerali della Fonte ‘S.Antonio – Sponga’, su sollecitazione dell’Amministrazione comunale di Canistro, preoccupata – ricorda il consigliere – delle relazioni istituzionali ed industriali intrattenute dal Colella nella conduzione dell’impresa. Solleciterò per questo – conclude Di Nicola – il vicepresidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, a promuovere un incontro con il sindaco di Canistro, l’azienda, i lavoratori e i sindacati al fine di fronteggiare insieme la preoccupante situazione occupazionale”, fa sapere Maurizio Di Nicola.”

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Santa Croce: Di Nicola, che ne sarà dei dipendenti?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*