S. Salvo: danneggiavano tombe per ostacolare “rivali”

Danni a tombe per ostacolare rivali, commercianti denunciati.
Carabinieri San Salvo li scoprono con appostamenti in cimitero

Danneggiavano lapidi e tombe installate da una ditta concorrente per generare tra i parenti dei defunti il dubbio che il materiale usato fosse di scarsa qualità. Al termine dell’attività investigativa però, con appostamenti all’interno del cimitero, i Carabinieri di San Salvo della Compagnia di Vasto hanno denunciato due commercianti del settore, entrambi del posto, per danneggiamento continuato, vilipendio di tombe e sepolcri, furto aggravato e turbata libertà dell’industria. Dagli accertamenti è emerso che i denunciati, in più di un’occasione, oltre ad infrangere vetri, lampade e cornici, rendendole inservibili, versavano sostanze corrosive su nomi e dati del defunto incisi, provocandone la distruzione oltre a sbavature del liquido sulla lapide. L’attività giudiziaria è stata coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Vasto Gabriella De Lucia.

Sii il primo a commentare su "S. Salvo: danneggiavano tombe per ostacolare “rivali”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*