Pescara: sequestrato materiale pirotecnico vietato

botti11

Polizia sequestra a Pescara materiale pirotecnico vietato.
Recuperate 128 confezioni di prodotti: sanzioni per 30 mila euro.

Sono 128 le confezioni di prodotti pirotecnici da mortaio senza etichettatura “CE” e privi dei requisiti di conformità per la commercializzazione, posti sotto sequestro dal personale della Divisione Pasi e del Nucleo Artificieri della Polizia di Stato della Questura di Pescara, che ha anche notificato sanzioni amministrative per 30 mila euro. L’operazione delle ultime ore rientra nell’ambito dei controlli di polizia amministrativa ai depositi, fabbriche, rivendite di materiale esplodente e giochi, predisposti dal Questore di Pescara, e dalla Commissione Tecnica Provinciale, con lo scopo di prevenire gli illeciti in materia, ed evitare che l’immissione sul mercato e poi l’uso di prodotti vietati, metta in pericolo l’incolumità delle persone, che spesso incautamente utilizzano materiale pirotecnico di genere proibito.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Pescara: sequestrato materiale pirotecnico vietato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*