Pescara: residenti piazza Muzii, manifesti “riposo defunto”

foto-il-riposo1

Si è riunita, ieri, a Pescara la Commissione Commercio per parlare di piazza Muzii e dintorni, dopo la protesta dei residenti in merito alla movida notturna. Esposti manifesti “funebri” per il “riposo ormai defunto”.

Durante la riunione, in Comune a Pescara, i residenti hanno esposto in maniera provocatoria manifesti “funebri” per “commemorare il riposo ormai scomparso”. La Commissione consiliare Commercio presieduta dal consigliere Piero Giampietro ha ospitato una delegazione degli abitanti di Piazza Muzii e via Cesare Battisti che più volte avevano sollecitato il Comune ed hanno chiesto una maggiore vivibilità della zona e di ridiscutere l’ordinanza sindacale sugli orari dei pubblici esercizi.

L’assessore comunale Giacomo Cuzzi, così risponde alle polemiche:

“A chi propone di spegnere oggi la città allo scoccare di mezzanotte, chiedo perché non lo ha fatto quando era classe dirigente – commenta l’assessore alle Attività Produttive e Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi – Pescara non è Cenerentola, ha un potenziale straordinario che può consentirle di diventare una piccola grande metropoli e non una città dormitorio come oggi di colpo vorrebbe qualcuno. Questa Amministrazione ha detto chiaramente sin dall’inizio di essere dalla parte dello sviluppo, per una crescita sostenibile in cui convivono indoli e vocazioni e non dove una uccide l’altra. Occorre capire l’indotto creato dai pubblici esercizi in termini di posti lavoro e di attrattività prima di demonizzarlo, la città deve vivere e convivere con tutte le sue anime. Detto questo lavoreremo affinché vengano rispettate le regole, perché nella zona e su tutto il territorio ci siano maggiori auspicati controlli e chiedendo a chi usa la nostra città di farlo come fosse a casa sua, se residente o come ospite gradito, se di passaggio, in ogni caso rispettandola. Ma chi chiede di spegnere la città a mezzanotte di certo non fa bene al necessario processo di sviluppo del comparto”.

Il Vice capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara, Vincenzo D’Incecco e il consigliere FI Fabrizio Rapposelli al termine della riunione, hanno detto:

“L’ordinanza che disciplina gli orari e le regole delle attività serali di piazza Muzii e via Cesare Battisti va riscritta da zero per consentire il giusto riposo a chi abita nelle vie della nuova movida, trasformate in una latrina a cielo aperto. Inoltre deve essere ripristinato il turno notturno della Polizia municipale perché stabilire delle regole, quando poi non c’è nessuno a farle rispettare è inutile.”

Il servizio del Tg8:

 

1 Commento su "Pescara: residenti piazza Muzii, manifesti “riposo defunto”"

  1. Questa situazione mi ricorda il primo film della saga ” lo squalo”: il sindaco voleva a tutti i costi tenere aperte le spiagge della sua cittadina balneare per motivi di profitto e la cui avidità è costato la vita di poveri innocenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*