Pescara: mercato etnico, finiti i lavori, non le polemiche

patrick-guobadia1

A Pescara ultimati i lavori del mercato multietnico nel terzo tunnel della stazione ferroviaria, ora si aspetta l’inaugurazione tra favorevoli e contrari.

Per il responsabile immigrazione della Cgil Patrick Guobadia si tratta di un fattore aggiunto per la città, visto che il mercato sarà multietnico aperto anche agli ambulanti italiani. Ora dovrà esserci l’assegnazione degli spazi per la vendita di prodotti di commercio equo e solidale e gli stessi commercianti, spiega Patrick, saranno i principali vigilanti anti abusivismo. Per Marco Forconi, invece, portavoce del comitato no mercato etnico, quel tunnel è semplicemente “un ghetto dove emarginare ambulanti per lo più di etnia senegalese, invece che integrarli nei mercati rionali”. “Abbiamo aspettato oltre 20 anni – dice Guobadia – prima che gli ambulanti venissero messi in regola, poter vendere prodotti autorizzati ed etnici e offrire alla città un nuovo punto di vista.” “Tutto bene, – aggiunge Forconi – ma è indecoroso mettere 80 e più persone in questo tunnel stretto ed anche buio, l’integrazione è un’altra cosa, voglio ricordare che questa non è solo la mia posizione ma anche quella di consiglieri di centrodestra e movimento 5Stelle, e vorrei ribadire che sono stati stanziati 200 mila euro per questo mercato.” Insomma, posizioni nettamente distanti quelle di Guobadia e Forconi che, però, alle fine si stringono la mano, poiché i pareri possono essere contrari purché senza violenza, ma con un sano dialogo. Il mercato etnico sarà inaugurato quasi sicuramente a breve visto che il 26 maggio a Pescara ci saranno le elezioni amministrative.

Il LIVE e il servizio del Tg8

Sii il primo a commentare su "Pescara: mercato etnico, finiti i lavori, non le polemiche"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*