Pescara: inquinamento, lunedì manifestazione per il mare

Mare-sporco-Pescara

Lunedì, 15 febbraio, manifestazione contro l’inquinamento del mare a Pescara: movimenti, associazioni, ambientalisti e cittadini si ritroveranno dalle 9.30 all’Auditorium Castellamare.

“Vogliamo fiumi e mare puliti”, con questo slogan balneatori, ambientalisti, cittadini, scenderanno in strada, lunedì prossimo, a partire dalle 9.30 per chiedere interventi urgenti contro l’inquinamento del mare. Insieme, Confocommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna, Confindustria, Federconsumatori, ForumH2O, Uppi, Fimaa, Ass. B&B Costa dei Trabocchi e tutte le associazioni dei balneatori e degli albergatori. E all’auditorium Castellamare, ci saranno anche tanti cittadini. La stagione balneare a Pescara si aprirà con i divieti di balneazione a maggio, e solo dopo due analisi consecutive a dare esito positivo sulla qualità delle acque, i divieti potranno essere rimossi. Alla manifestazione sono stati invitati anche gli esponenti delle istituzioni per concordare interventi urgenti sia per il mare che per il fiume Pescara. Già il Comune, con Capitaneria e Forestale, ha effettuato un sopralluogo lungo le sponde del fiume da Brecciarola a Pescara, individuando 48 scarichi abusivi che saranno occlusi. In più la Regione ha assicurato che i lavori sugli impianti di depurazione di Pescara e non solo, sono partiti o stanno partendo. Ma il tempo stringe, e i manifestanti e promotori della iniziativa chiedono interventi urgenti perché il rischio è alto: la stagione balneare a Pescara potrebbe addirittura saltare, con un danno economico e di immagine per la città incalcolabile.

Sii il primo a commentare su "Pescara: inquinamento, lunedì manifestazione per il mare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*