Parco Gran Sasso: la lupa seguita grazie a radiocollare

lupa-radiocollare1

Parco Gran Sasso Laga: lo staff del Progetto Life MircoLupo la notte scorsa ha munito di radiocollare una lupa che sarà seguita e monitorata.

Veterinari e biologi, hanno operato con grande attenzione per non causare stress allo splendido esemplare di lupo femmina, subito dopo rimesso in libertà. Si tratta di una femmina adulta di lupo che, grazie ai segnali inviati dal radiocollare, permetterà ai tecnici di acquisire dati sull’etologia della specie e sull’utilizzo del territorio da parte del branco di appartenenza.

L’intervento fa parte del progetto LIFE che vuole minimizzare l’impatto del randagismo canino sul lupo e contrastare l’ibridazione cane/lupo nel territorio dei Parchi nazionali del Gran Sasso e Monti della Laga e dell’Appennino Tosco Emiliano.

Il Direttore del parco, Domenico Nicoletti, si è complimentato “per la riuscita operazione che arricchirà le conoscenze sulla preziosa fauna dell’area protetta, facendo procedere positivamente il prestigioso progetto LIFE, che opera in un ambito di grande valore scientifico ma con implicazioni che coinvolgono diffusamente il territorio e le sue comunità”.

Sii il primo a commentare su "Parco Gran Sasso: la lupa seguita grazie a radiocollare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*