L’Europa “protegge” la patata del Fucino

patata-fucino1

La patata del Fucino è la nuova Igp Italia: arriva il riconoscimento ufficiale dall’UE per uno dei prodotti principi dell’agricoltura della fertile piana.

Una nuova eccellenza alimentare originaria dell’Abruzzo conquista per l’Italia il riconoscimento di Indicazione geografica protetta (Igp) nell’Ue: è la ”Patata del Fucino” coltivata in diversi comuni della provincia di l’Aquila. La nuova denominazione, pubblicata oggi sulla Gazzetta Ufficiale dell’Ue, è ora ufficialmente iscritta nel Registro europeo delle Dop e Igp e tutelata contro imitazioni e falsi in Europa. Con questo nuovo riconoscimento, che entrerà in vigore il 19 maggio prossimo, salgono a oltre 1.330 le eccellenze già protette nell’Ue di cui l’Italia è leader.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "L’Europa “protegge” la patata del Fucino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*