L’Africa in festa e preghiera a Montesilvano

maggal-touba1

A Montesilvano, oggi, si ritroveranno centinaia di cittadini africani, in particolare senegalesi, per il “Maggal Touba”, una giornata di festa, preghiera e riflessione.

L’Associazione “Dahira Mazalikoul Djinnani Pescara” ha promosso e organizzato per oggi il “Maggal Touba”. Si tratta di una manifestazione religiosa e culturale dedicata a una giornata di Preghiere, di riflessione e di meditazione per ricordare la partenza in esilio di Cheikh Ahmadou Bamba o Khadimou Rassoul 81853- 1927), guida spirituale in Senegal e fondatore della confraternita il “Muridismo”.

“E’ colui che – dicono dall’associazione – insieme al suo più grande e noto discepolo, Mame cheikh Ibrahima Fall ha ripensato la spiritualità, rivoluzionato il sociale l’economia, l’agricoltura e modificato profondamente il tempo e lo spazio dei Senegalesi e di milioni di persone nel mondo. E’ colui che ha trasceso le differenza tra la cultura dell’Africa nera, dell’occidente ed i principi della religione mussulmana per proporre un ISLAM semplicemente autentico fatto di misura e di ponderazione. La commemorazione si svolgerà dalla mattina al Club Esse Hotel Mediterraneo  a Montesilvano con la cerimonia e il clou alle ore 17.00. Questo anno , abbiamo l’onore e il piacere di commemorare questa giornata insieme al nostro Ambasciatore, ed una relazione sarà fatta sulla vita e l’opera di cheikh Ahmadou Bamba in relazione al mondo attuale Sua Excellenza Mamadou Saliou Diouf”.

 

 

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "L’Africa in festa e preghiera a Montesilvano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*