“Il Falco” a spasso con una pecora a Cassino

mario-ferri-pecora1

L’ultima trovata di Mario Ferri, noto come “Il Falco invasore”: a spasso per il centro di Cassino con una pecora al guinzaglio, per promuovere il suo ristorante da poco aperto.

Cento ne fa e cento ne pensa, è l’ultima trovata in ordine di tempo di Mario Ferri, noto come “Il Falco” per le sue invasioni di campo. Ferri si è recato a Cassino, passeggiando con una pecora al guinzaglio nel centro della cittadina in provincia di Frosinone. Della serie dal produttore al consumatore, l’iniziativa, stavolta, ha scopo di marketing scaccia crisi: Mario Ferri ha da poco aperto un ristorante a Cassino, manco a dirlo ispirato alla pecora e che propone specialità della terra d’Abruzzo, così, il vulcanico 28enne, ora in veste di imprenditore, famoso per invasioni di campo rocambolesche  negli stadi d’Europa e oltre, si fa pubblicità a costo zero, “esportando la cultura abruzzese”, come ironizza sulla sua Pagina Facebook. Il “Falco” e il suo socio molisano Romano Forte, cotitolari del ristorante, si sono detti soddisfatti della “sortita” in terra ciociara, con tanto di protagonista (a quattro zampe) dell’operazione di marketing. Sotto gli sguardi più che increduli, incuriositi dei passanti, Mario con la pecora al guinzaglio, si fa fotografare per quello che già è stato definito “l’aperi-pecora”. E’ Giulietta, il nome dell’amica a quattro zampe di Ferri, la quale, immaginiamo, sarà tale anche in futuro (viva e vegeta) come testimonial del ristorante del “Falco” invasore.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "“Il Falco” a spasso con una pecora a Cassino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*