Giornata diritti migranti: in Abruzzo sono oltre 80 mila

immigrati111

Oggi, in Abruzzo, viene celebrata la giornata internazionale dei diritti dei migranti. Nella nostra regione sono oltre 80 mila i cittadini stranieri. Il 20 marzo, il corteo contro guerra e razzismo. Stasera in scena “Rosamara” al Massimo di Pescara.

Una giornata per restituire dignità ai migranti, per rivendicare i diritti di queste persone, in particolare dei rifugiati e dei profughi, che hanno lasciato guerre e carestie e i loro Paesi di origine. Mentre proseguono gli sbarchi di disperati in cerca di un futuro per loro e i propri figli, si tenta di governare la situazione e anche le Prefetture abruzzesi sono state allertate e stanno mettendo a punto, con i sindaci dei rispettivi Comuni, piani per evitare l’emergenza. In Abruzzo, accanto alle strutture private, ci sono le associazioni di volontariato, come la Caritas, ad esempio, che accolgono queste persone provenienti per lo più dall’Africa, l’Asia, ma anche dall’Ucraina e da altri paesi dove guerre intestine sono in corso. Sono i richiedenti asilo che, una volta ottenuto, optano per altre mete, il nord Europa, ad esempio.

Poi ci sono gli immigrati regolari che vivono e lavorano in Abruzzo e che si sono integrati con i cittadini italiani e abruzzesi. Sono 86.245 gli immigrati presenti in Abruzzo. Il primato spetta alla provincia di Teramo che ne accoglie 23.940. Al secondo posto si colloca l’Aquilano con 23.332 presenze, poi il Chietino con 21.220 e, infine, il Pescarese con 17.753 presenze. Da segnalare il peso maggioritario della presenza femminile, soprattutto nella provincia di Pescara, a cui si aggiunge quello consistente dei minori e un non trascurabile livello nelle acquisizioni di cittadinanza, tra le quali prevalgono quelle concesse ai Rumeni per matrimonio e ai Marocchini per residenza. I dati sono stati resi noti, nel corso della conferenza stampa di presentazione dello spettacolo teatrale Rosamara – Storie di donne migranti, in programma questa sera, al teatro Massimo di Pescara, proprio in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti del Migrante.

All’incontro con la stampa hanno partecipato l’assessore regionale all’Emigrazione Donato Di Matteo, la presidente regionale della Commissione Pari Opportunita’ Gemma Andreini, l’assessore comunale alle Pari Opportunita’ e Migranti Sandra Santavenere, la presidente della Fondazione Dean Martin Alessandra Portinari, organizzatrice dell’evento, le artiste Saba Anglana, Tiziana Di Tonno e Antonella De Angelis e la presidente dell’Associazione I Colori della Vita Giovina Zulli. Protagoniste dello spettacolo saranno l’attrice e cantante internazionale Saba Anglana, impegnata in prima linea sulle questioni dell’immigrazione, la pescarese Tiziana Di Tonno e l’Orchestra Femminile del Mediterraneo, diretta da Antonella De Angelis. Nel corso della serata verra’ effettuata una raccolta fondi per l’Associazione I Colori della Vita a sostegno del progetto “Il sorriso nel cuore” per l’acquisto di parrucche tricologiche e reggiseno post-operatorio da donare a donne sottoposte a cure chemioterapiche, con lo scopo di provare a rendere meno traumatica l’esperienza dolorosa della malattia.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Giornata diritti migranti: in Abruzzo sono oltre 80 mila"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*