Chieti: Santa Maria, petizione residenti contro degrado

chieti

I residente del quartiere Santa Maria di Chieti presentano una petizione con 400 firme per chiedere al Comune di intervenire contro il degrado della zona.

Sul piede di guerra i residenti del quartiere Santa Maria di Chieti che hanno raccolto 400 firme per chiedere al Comune interventi urgenti. Escrementi di piccioni e di topi, pattumiere della spazzatura davanti agli ingressi delle case, interi palazzi lasciati nel degrado: una situazione diventata insostenibile per gli abitanti tanto che hanno raccolto le firme da girare al sindaco, Umberto Di Primio, per richiedere più vivibilità e decoro nello storico rione teatino. Nonostante i lavori effettuati dall’amministrazione comunale, il Comitato dei cittadini ritiene che questi non siano sufficienti e che c’è bisogno di azioni decise per poter vivere dignitosamente la zona. I cittadini chiedono di porre rimedio all’incursione di topi, di pulire gli escrementi dei piccioni sparsi ovunque, di spostare i cassonetti dei rifiuti dagli ingressi delle abitazioni, di operare una maggiore manutenzione della zona e di ridare dignità, insomma, ad uno dei quartieri storici della città.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Chieti: Santa Maria, petizione residenti contro degrado"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*