Case riposo Chieti: sindacati, dipendenti esasperati

case- riposo- chieticase- riposo- chieti

Case di risposo Chieti, i sindacati: “Dipendenti esasperati e senza prospettive”.

In una conferenza stampa, le Rsu hanno riferito di una situazione difficile per il lavoratori delle case di riposo di Chieti.

“I lavoratori – hanno detto i rappresentanti sindacali – hanno ricevuto lo stipendio del mese di novembre ma non c’è alcuna prospettiva né per quello di dicembre né per la tredicesima. Inoltre con i fornitori che vantano crediti per circa un milione di euro, alla spesa si provvede nei negozi della zona, pagando con fondi economali ovvero attingendo dalle rette che pagano gli assistiti.”

La Rsu degli Istituiti riuniti S. Giovanni Battista di Chieti meglio noto come Case di riposo, ha denunciato una situazione che diventa sempre più difficile per i dipendenti, nel corso di una conferenza stampa tenuta da Fausta Ballatore, Pino Palmerini, Gabriele Mancini ed Emma De Vincentiis.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Case riposo Chieti: sindacati, dipendenti esasperati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*