Carcere Vasto: mensa inadeguata, stato agitazione agenti

carcere-vasto1

Carcere Vasto: mensa inadeguata, prosegue lo stato di agitazione da parte dei sindacati degli agenti di polizia penitenziaria.

Solo piccoli interventi di facciata per la sistemazione della mensa degli agenti presso il carcere di Vasto pertanto il personale continuerà ad astenersi dalla fruizione dei pasti. A segnalarlo le organizzazioni sindacali rappresentative della Polizia penitenziaria che denunciano “la totale disinvoltura con cui la Direzione dell’Istituto ha trattato l’annosa vicenda che riguarda la mensa agenti”. In particolare si contesta “la decisione di non rinnovare le celle frigorifere, in funzione ormai da trent’anni con secchi a vista che raccolgono la condensa al loro interno, pregiudicando la conservazione delle derrate che l’espongono a possibili contaminazioni di varia natura”. Le segreterie locali del Sappe, Uil, Osapp, Ugl, Cgil, Cnpp e Cisl segnalano che gli agenti nel carcere di Vasto “subiscono continue vessazioni, indecorose condizioni della caserma agenti, carenza di personale, la mancanza di un dirigente penitenziario in pianta stabile”.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Carcere Vasto: mensa inadeguata, stato agitazione agenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*