Cappelle Marsi: colto da malore, causa incidente

incidente-autostrada

Scontro frontale sulla Tiburtina nei pressi di Cappelle dei Marsi: un automobilista colto da un malore, ha provocato un incidente stradale.

Proprio un malore accusato da uno dei due automobilisti, potrebbe essere alla base dell’incidente che si è verificato ieri sulla strada Tiburtina, nel centro abitato di Cappelle dei Marsi. In un frontale tra due vetture, sono rimasti feriti entrambi gli automobilisti. L’incidente è avvenuto intorno alle 10 di ieri e vi sono rimaste coinvolte una utilitaria e una Jeep che è poi finita contro un palo della luce. I vigili del fuoco, che sono intervenuti assieme al 118 di Tagliacozzo, hanno dovuto estrarre il conducente della Fiat Panda, un uomo di Avezzano, dalle lamiere ed è stato trasportato all’ospedale. Anche il conducente avezzanese del Suv, è rimasto ferito, ma le sue condizioni non sono gravi. Sul posto i Carabinieri di Scurcola Marsicana per i rilievi. I residenti tornano a sollevare, anche una volta, la questione della sicurezza lungo la strada Tiburtina che va da Scurcola Marsicana, troppo spesso al centro di incidenti.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Cappelle Marsi: colto da malore, causa incidente"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*