Allagamenti Pescara: Confesercenti all’attacco

allagamenti-pescara1111

I commercianti di Pescara, aderenti alla Confesercenti all’attacco delle amministrazioni comunali che si sono susseguite nel tempo, per gli allagamenti dopo le piogge che hanno interessato non pochi negozi.

“E’ indegno che mentre decine di commercianti erano costretti a togliere il fango dai propri negozi a causa dell’evidente insufficienza delle misure anti-allagamento messe in campo in quarant’anni di amministrazioni di ogni colore politico, il Consiglio comunale trovava il tempo di discutere su una vicenda senza dubbio non urgente come quella del capoluogo. C’è stata una distanza quasi abissale fra la città reale e quella chiusa nel Palazzo”, critica la Confesercenti per bocca di Raffaele Fava, presidente provinciale di Pescara.

“Le ultime 72 ore sono state drammatiche per il commercio pescarese – tuona il presidente dell’associazione degli imprenditori – perché in questa stagione l’Abruzzo si sta caratterizzando per un calo dei consumi che non ha eguali neppure rispetto al resto d’Italia, e la paralisi cittadina ha tolto altri clienti e riempito d’acqua i negozi della zona di Porta Nuova e dello Stadio, ormai rassegnati al fallimento delle opere pubbliche realizzate anche negli ultimi anni. La città è nuovamente nuda di fronte alla pioggia, scatenando il pessimismo fra decine di negozianti ed esercenti. Dalle istituzioni, specialmente quelle più vicine al territorio come il Comune, ci aspettiamo interventi risolutivi. Una città che aspira a diventare Capoluogo di Regione dovrebbe dimostrare prima ai propri contribuenti di essere in grado di risolvere i problemi quotidiani che non riesce ad affrontare”.

Sii il primo a commentare su "Allagamenti Pescara: Confesercenti all’attacco"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*