Accademia Belle Arti, Ontani ai giovani: “Credete nell’arte”

I primi due restauratori laureati all’Accademia di Belle Arti dell’Aquila già lavorano, il destino ha portato uno di loro a Matera, la Capitale europea della Cultura per il 2015.

Un piccolo segnale che continuare a credere nell’arte e nella cultura non solo come passione personale ma anche come sbocco lavorativo ancora si può, nonostante la crisi economica e la conseguente spending review che non accennano a invertire la rotta.

Con l’auspicio che la sorte dei due neolaureati del corso di Restauro all’Accademia di Belle Arti dell’Aquila – che è l’unica presente in Abruzzo e tra le 20 in Italia e una delle cinque che gode dell’autorizzazione del ministero dei Beni Culturali per il corso di Restauro – si è aperto oggi l’anno accademico.

E’ la 46esima inaugurazione: più che una cerimonia è stata una sorta di assaggio di quanto l’Accademia di belle Arti possa offrire agli studenti dell’Aquila – città da ricostruire con un immenso patrimonio artistico da recuperare dopo il terremoto – e d’Italia, come hanno spiegato il presidente Roberto Marotta e il direttore Marco Brandizzi.

Luigi Ontani

Ospite d’onore questa mattina è stato il maestro Luigi Ontani, pittore e scultore e artista poliedrico che ha spiegato agli studenti la sua idea di arte e di creatività

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Accademia Belle Arti, Ontani ai giovani: “Credete nell’arte”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*