Abruzzo: un gennaio che sembra maggio, altro che merla…

Più che gennaio, sembra maggio, prosegue l’alta pressione sull’Abruzzo che favorisce questo meteo bizzarro, con temperature massime, se non da mare, quasi.

L’alta pressione continua a interessare la nostra regione e, secondo l’esperto meteo Giovanni De Palma, la situazione non cambierà di molto nelle prossime ore. Se non domenica, con il veloce passaggio di un sistema nuvoloso, preceduto, però, da venti occidentali. Venti che favoriranno un nuovo aumento delle temperature. Le massime potranno anche superare i 20 gradi, nelle ore più calde della giornata. E pensare che questo dovrebbe essere il periodo più freddo dell’anno, nei cosiddetti “giorni della merla”, 29, 30 e 31 gennaio.  Invece l’inverno sembra non volerne sapere di farsi sentire e anche la nevicata annunciata e poi arrivata dei giorni scorsi è stata, tuttavia, piuttosto rapida. De Palma, anticipa però, che dalla prossima settimana arriverà una “prima perturbazione degna di nota”.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo: un gennaio che sembra maggio, altro che merla…"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*