Regione Abruzzo: 300 mila euro per bandi per la cultura

sipario-teatro1

Dalla Regione Abruzzo finanziamenti a produzioni teatrali, bande musicali, cori e residenze artistiche.

Ammonta a 300mila euro la somma che la Regione ha scelto di stanziare, nell’anno 2018, per produzioni teatrali, complessi bandistici, cori e residenze artistiche. La cifra si somma alle 800mila euro di cui, invece, godranno i beneficiari dei finanziamenti FUS, per un totale, dunque, di oltre 1 milione di euro interamente dedicato al comparto culturale.

“Si tratta – ha spiegato il consigliere regionAle delegato alla Cultura, Luciano Monticelli, nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è tenuta, questa mattina, a Pescara, in Regione, – di un segnale importante, che si somma ad altre operazioni già messe in campo, come il bando dedicato agli audiovisivi che ha goduto di ulteriori 200mila euro e la più recente esperienza di “Abruzzo dal vivo”, per la quale il Mibact ha stanziato 760mila euro e che, durante l’estate, ha riacceso i riflettori sui luoghi e borghi colpiti dal sisma. Sono tutte iniziative, – ha continuato – che puntano a rilanciare i tanti comparti di cui si compone il settore cultura, con l’obiettivo di immaginare quest’ultimo prodotto da mettere al centro dell’azione politica e che non può crescere se non trova un vettore economico”.

A tal proposito, si segnala il via libera dato all’atto di indirizzo, ai sensi della legge regionale n.46 del 2014, pubblicato sul Bura, che, dunque, per la prima volta, ripartirà il Fondo unico regionale per lo spettacolo (Furs), per l’anno 2018, tra i soggetti beneficiari dei finanziamenti ministeriali FUS (ambito teatro, musica, danza e progetti multidisciplinari) e anche tra produzioni teatrali, bande e cori non beneficiari dei finanziamenti in questione.

Più in particolare, l’atto di indirizzo riguarda produzioni teatrali, stagioni, rassegne, eventi o festival che si svolgono nel settore del teatro, purché non amatoriale, per i quali è previsto un contributo massimo di 8mila euro a proposta. Relativamente, invece, a complessi bandistici e cori è prevista l’assegnazione di un massimo di 2mila 500 euro a proposta. Il direttore del dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio, Francesco Di Filippo, ha ricordato, inoltre, che sullo stanziamento in questione trova copertura anche, per l’anno 2018, il cofinanziamento regionale che permetterà di realizzare il progetto di residenze artistiche nel territorio.

La Regione, infatti, ha recentemente approvato l’Accordo di programma interregionale, attuativo dell’Intesa tra Governo, Regioni e Province autonome, per il finanziamento di questi progetti, per i quali la Regione Abruzzo stanzierà una cifra pari ad 83mila euro, che si somma alle 54mila euro di finanziamento da parte del Mibact. Seguiranno poi le successive annualità 2019 e 2020 per le quali si procederà come previsto dall’accordo di programma. In totale sarà possibile finanziare tre progetti triennali.

L’iniziativa legata alle residenze artistiche, secondo Monticelli, sarà l’occasione per favorire la promozione e la diffusione nel territorio di diverse forme dello spettacolo, valorizzando la tradizione nazionale e locale. “Si crea, infatti, – ha concluso Monticelli, – un circolo virtuoso all’interno del quale, oltre lo scambio tra la comunità e gli artisti, si favorisce anche l’incontro e lo scambio tra artisti di diverse provenienze e discipline, rendendo il luogo della residenza un posto di produzione di eventi e performance”.

Sii il primo a commentare su "Regione Abruzzo: 300 mila euro per bandi per la cultura"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*