25 aprile: Chieti città aperta attende medaglia

25aprile-chieti1

Anche a Chieti, sotto la pioggia, autorità civili e militari hanno celebrato l’anniversario del 25 aprile. La città aperta di allora attende il riconoscimento del Presidente della Repubblica.

Tra le autorità, il Prefetto e il sindaco hanno deposto corone in alcuni punti della città, davanti a lapidi e monumento ai caduti di tutte le guerre. Alla Villa Comunale il momento clou della giornata e in Prefettura, il successivo conferimento delle onorificenze. Intanto il primo cittadino, Umberto Di Primio, ricorda come Chieti abbia avuto un ruolo importante nel corso della seconda guerra mondiale quando, come città aperta, accolse tante persone in fuga dai luoghi di dolore e di distruzione. Si attende il riconoscimento, da parte del Presidente della Repubblica di un riconoscimento come la medaglia al valor civile.

Il Video:

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "25 aprile: Chieti città aperta attende medaglia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*