Pescara: furto nello storico negozio D’Alessandro

Furto in pieno centro, a Pescara, nel noto negozio “D’Alessandro Enoteca & Dolcezze”. Bottino: diversi articoli, bottiglie di vino e champagne e 400 euro, ma la stima è ancora da quantificare.

I Ladri hanno fatto un piccolo buco e da lì sono entrati nello storico negozio, nella notte tra sabato e domenica. Un marchio, quello del noto negozio del centro cittadino, che vanta un secolo di storia. I malviventi sono entrati nell’ingresso di via Liguria ed hanno arraffato diversi articoli, aprendo anche la cassa con il denaro contenuto all’interno. Bottino, tuttavia, ancora di quantificare. E’ stato il titolare, Paolo D’Alessandro, si è accorto del furto, intorno alle 11.00 ed ha trovato la saracinesca fuori uso. D’Alessandro ha pensato dapprima a un blackout, poi, invece, spiega al taccuino di Flavia Buccilli sul quotidiano Il Centro  si è accorto del piccolo buco fatto per una persona mingherlina. Infilatosi
lì dentro, il ladro, è riuscito a raggiungere l’obiettivo. Ha preso i soldi e la merce e poi è sparito nel nulla. Nessuno si è accorto di nulla o ha sentito strani rumori.

Rileggendo i fatti con il senno di poi D’Alessandro si rende conto che, riferisce sempre al quotidiano Il Centro, sabato mattina, prima del furto, si è verificato un fatto anomalo. “All’improvviso sono saltate la linea del telefono e il collegamento internet per cui è possibile che qualcuno abbia tagliato i fili con l’intenzione di neutralizzare eventuali sistemi di allarme e videosorveglianza in modo da assaltare in tranquillità il negozio in un secondo momento”.

Sul posto è intervenuta la Polizia. Ci si chiede se, senza internet, le telecamere di Videosorveglianza abbiano ripreso quanto accaduto.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Pescara: furto nello storico negozio D’Alessandro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*