Atri: “Flusso di Coscienza”, pièce su disabilità

In scena al teatro di Atri, il 15 e 16 ottobre prossimi, “Flusso di coscienza”, un’opera teatrale dedicata alla disabilità, nell’ambito dell’evento ABILBIRTHDAY.

Nell’ambito dell’evento organizzato dall’associazione Abilbyte Onlus, i prossimi 15 e 16 ottobre, al teatro di Atri, verrà messa in scena un’opera sulla disabilità “Flusso di Coscienza”, il cui ricavato andrà in beneficenza.

“Quest’anno ABILBYTE – si legge sulla Pagina Facebook – grazie a tutti coloro che da ormai sei anni ci seguono e ci sostengono, avrà di nuovo l’opportunità di festeggiare il suo sesto compleanno ma c’è una grande e grossa novità. Dopo tanto sacrificio e lavoro sarà messa finalmente in scena un opera teatrale strettamente legata alla disabilità. Tutto ciò si è reso possibile grazie al regista Alberto Anello il quale ha dedicato un testo dal titolo “Flusso di coscienza” a Manolo Pelusi, un ragazzo affetto da tetra paresi spastica, presidente dell’associazione Abilbyte Onlus . Per saperne di più, vi aspettiamo alla rappresentazione Teatrale che avverrà Il 15 e il 16 Ottobre, presso il teatro comunale di Atri alle ore 21:00. Sarà una serata, uno spettacolo interpretato da bravi attori capace di emozionare e toccare le corde più sottili del cuore: imprimerà tanta tanta tenerezza. Ricordiamo inoltre che il nostro sarà uno spettacolo di beneficenza il cui ricavato servirà ad aggiornare sempre di più la nostra ausilioteca unica in Abruzzo che permetterà a più persone con disabilità di superare le barriere del silenzio, facendo si che la comunicazione sia un diritto di tutti. Per prenotazioni potete chiamare il seguente numero: Luca 3294072552. Oppure ci sarà il punto vendita presso il punto informativo di Atri (di fronte alle scuole elementare) aperto tutti i giorni dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 18:30. Pineto: Punto informativo IAT Via D’ Annunzio, Villa Filiani.”

A presentare l’iniziativa è proprio Manolo Pelusi, presidente dell’associazione, un ragazzo con disabilità affetto da tetra paresi spastica che gli comporta problematiche a livello motorio e comunicativo.

Ma Manolo aggiunge: “La mia disabilità è come una grazia. Sei anni fa è stata una fonte di ispirazione: io e un gruppo di amici abbiamo pensato di tirare su un associazione che abbiamo chiamato Abilbyte Onlus di cui io sono il presidente. E’ l’unica associazione in Abruzzo che si occupa di prestare consulenza gratuita a persone con disabilità attraverso specifici e costosissimi ausili per permettere loro di comunicare, studiare, integrarsi e anche lavorare. Ogni anno organizziamo un evento denominato ABILBIRTHDAY al teatro comunale di Atri ad uno scopo sia divulgativo che di raccolta fondi.”

 

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Atri: “Flusso di Coscienza”, pièce su disabilità"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*