Trasporti Abruzzo, Ugl contesta Tua e sciopera

BUS

Trasporti Abruzzo, Ugl contesta Tua e sciopera: lunedì 11 gennaio i lavoratori aderenti al sindacato si fermeranno per quattro ore.

E’ nata da pochi mesi ma ha già a che fare con gli scioperi: la nuova astensione dal lavoro riguarderà i dipendenti di Tua spa, l’azienda regionale dei trasporti nata dalla fusione di Arpa, Gtm e Sangritana. Ad incrociare le braccia saranno solo i lavoratori aderenti al sindacato Ugl, che si fermeranno per quattro ore lunedì 11 gennaio, dalle 17 alle 21. La protesta riguarda in particolare i criteri del contratto di secondo livello, non firmato dall’UGL, la mancata riduzione del numero dei dirigenti e delle aree operative aziendali (che avrebbe potuto prodotto un risparmio sensibile); il trattamento contrattuale dei nuovi assunti dal punto di vista economico e normativo.

“Cosa di assoluta gravità – si legge nel comunicato dell’Ugl – è la situazione di incertezza sulle risorse finanziarie a disposizione per il 2016 che, per stessa ammissione dei dirigenti, rischia di compromettere le sorti dell’azienda”.

Le motivazioni dello sciopero saranno illustrate in una conferenza stampa prevista per dopodomani mattina a Pescara. Sarà presente anche il segretario generale Ugl Abruzzo Gianna De Amicis, che interverrà all’incontro insieme al segretario regionale Giuseppe Lupo e ai rappresentanti sindacali della Tua.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Trasporti Abruzzo, Ugl contesta Tua e sciopera"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*