L’Aquila, indagini per anziano morto in ospedale

OSPEDALE SAN SALVATOREOSPEDALE SAN SALVATORE

L’Aquila, per la morte dell’anziano deceduto in ospedale si attendono chiarimenti dall’inchiesta, avviata dopo l’incidente stradale avvenuto sulla A24 Roma-Teramo. L’auto era guidata dal padre dell’uomo, indagato insieme alla conducente dell’altra vettura coinvolta. Spunta l’ipotesi malasanità.

L’uomo, padre dell’assessore all’ambiente del Comune di Fermo, era stato ricoverato subito dopo lo scontro con un’auto, sul momento le sue condizioni non sembravano metterlo in pericolo di vita, ma in poche ore la situazione era precipitata. L’urto era avvenuto sulla A24, all’altezza del viadotto San Sisto. La vittima è Mariano Ciarrocchi, 71 anni, residente a Fermo e padre di Alessandro, assessore della città marchigiana, che era alla guida dell’auto. Padre e figlio erano diretti a Roma per un incontro istituzionale. L’altra auto coinvolta era guidata da una donna di Paganica. A condurre le operazioni di soccorso era stata la polizia stradale di L’Aquila Ovest, che dopo il decesso di Ciarrocchi ha sequestrato i due mezzi coinvolti; i rispettivi conducenti risultano indagati per omicidio colposo. In un primo momento l’incidente non era sembrato grave, tanto che il padre del ferito era tornato a Fermo, mentre Mariano Ciarrocchi era ancora ricoverato al San Salvatore a scopo precauzionale. Trascorse alcune ore l’uomo era peggiorato e poi deceduto. La vedova aveva deciso di presentare una denuncia, in seguito alla quale era scaturita l’inchiesta che ora potrebbe riguardare l’operato dei medici e avere rilevanza penale. L’autopsia, che doveva essere effettuata ieri, è stata spostata. Nel frattempo sono in corso ulteriori verifiche interne all’ospedale e relative ai medici che hanno avuto in cura l’uomo deceduto.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, indagini per anziano morto in ospedale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*