L’Aquila, “due passi in centro” con Federanziani

Come vivere una sana vecchiaia? Sicuramente combattendo il nemico più insidioso, la sedentarietà. E allora non c’è niente di meglio che una passeggiata tutti insieme tra le vie del centro storico.

L’Aquila è una delle 80 città in Italia che questa mattina hanno ospitato l’iniziativa “Due passi in centro”, la campagna di Federanziani che ha diversi obiettivi. Non solo benessere e salute, ma anche socialità, importante in un momento della vita, la senilità, in cui è facile restare soli. All’Aquila – dove la passeggiata del benessere è partita dalla villa comunale per arrivare a piazza Battaglione degli Alpini, vincendo il maltempo – ha assunto anche un altro significato: quello di ripopolare il centro storico da ricostruire, di riappropriarsi di spazi un tempo vivi e vissuti e oggi completamente disabitati.

Alla fine del tour l’incontro all’auditorium del parco del castello con il vicesindaco Nicola Trifuoggi, l’assessore al Sociale Emanuela Di Giovambattista e i medici dell’ospedale San Salvatore che hano dato preziosi consigli per una vita sana e felice.

IMG_20160514_111231[1]

IMG_20160514_111216[1]

L’iniziativa si è già svolta con grande successo in varie città, tra le quali ricordiamo Roma, Foggia, Pescara, Matera, Frosinone, Torino, Napoli, Udine, Brindisi, Terni, Perugia, Catania, Cosenza, Reggio Calabria, Taranto, Bologna, Vicenza, Trento, Salerno, Bari, Monza, Como, Potenza, Lecce e Benevento.

Guarda il servizio del Tg8:

 

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, “due passi in centro” con Federanziani"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*