Asse Attrezzato Pescara-Chieti, asfalto a due facce

Diversi automobilisti segnalano a Rete8 l’anomalia del manto stradale sull’Asse Attrezzato Pescara-Chieti: il recente rifacimento ha prodotto un asfalto a due facce, particolarmente pericoloso in caso di pioggia.

 

I lavori sono durati giorni e giorni e hanno causato non pochi disagi alla circolazione; code e rallentamenti hanno esasperato gli automobilisti, soprattutto i pendolari, costretti a percorrere regolarmente l’asse attrezzato Pescara-Chieti e viceversa. Tuttavia ogni disagio potrebbe anche essere tollerato se, in prospettiva, annunciasse un miglioramento dello stato precedente. Purtroppo non sembra questo il caso dell’Asse Attrezzato Pescara-Chieti dove, quando piove, l’effetto scacchiera rende pericolosa la viabilità ordinaria. Anche ad occhi non esperti risulta evidente che il tipo di asfalto utilizzato per il recente rifacimento non risulta analogo a quello, drenante, già in loco. Ne consegue che, in caso di piogge abbondanti – come accade ormai di frequente – l’automobilista si trovi a percorrere tratti in cui l’acquazzone viene assorbito immediatamente dalla carreggiate e tratti in cui l’asfalto non drenante rischia di creare un pericoloso acqua-planning. Una situazione ancora più grave quando i due diversi tipi di asfalto scorrono affiancati in parallelo, quindi nella corsia di sorpasso la carreggiata risulta ben drenata, mentre nell’altra si creano pozzanghere a trabocchetto. La speranza è che l’Anas, che gestisce l’Asse Attrezzato, spieghi le ragioni di tale intervento e possibilmente si adoperi per migliorarlo.

 

 

 

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Asse Attrezzato Pescara-Chieti, asfalto a due facce"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*