Montesilvano, i commercianti denunciano il degrado in città

Lo stato di abbandono in cui versa il centro di Montesilvano torna ad essere denunciato dai commercianti. Particolarmente critico il giudizio eepresso dal Direttore provinciale della Confesercenti, Gianni Taucci, il quale chiede un maggiore impegno agli amministratori locali.

“Strade sporche e poco controllate, parcheggi utilizzati come luogo di abbandono dei rifiuti e cassonetti posizionati lungo il corso invece che nelle vie limitrofi. Abbiamo chiesto di spostare i cassonetti, ma a causa di uno scarica barile, la potatura degli alberi non poteva essere effettuata e quindi impossibile posizionare i cassonetti in alcune vie”.

Una situazione insostenibile”, spiega il direttore della Confesercenti Gianni Taucci, che si aggiunge ad altre emergenze: “I parcheggi sono diventati ostaggio di accattonaggio e tossici, l’illuminazione è carente. Questo è lo scenario nel quale abbiamo accolto i turisti, mentre avremmo voluto una giusta collaborazione per rendere bello il corso per i turisti che lo hanno percorso. Abbiamo avuto l’impressione invece che il Comune abbia lasciato il corso nel degrado come vendetta nei confronti dei commercianti per non aver accettato l’offerta dell’Amministrazione che non soddisfaceva gli operatori, che in questi anni hanno investito di tasca propria oltre 120.000 euro x i loro eventi. In questo scenario, pensare alle luminarie natalizie come alcune città vicine stanno già facendo, diventa una impresa”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Montesilvano, i commercianti denunciano il degrado in città"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*